Text Size

22/01/2016 Cocaina e cervello: nuove scoperte

Nuova conferma dalla John Hopkins University School of Medicine: la cocaina distrugge le cellule cerebrali, o meglio porta il cervello stesso ad autodivorare le proprie cellule.

Secondo gli autori si tratta di un fenomeno denominato "autofagia cerebrale" che spinge le cellule a divorare le proprie simile per tutta la durata dell'effetto della sostanza stupefacente. in un certo senso, il cervello diventa un vero e proprio cannibale a causa degli effetti dell'assunzione di cocaina.

Se il processo di degradazione, pulizia, eliminazione e sostituzione cellulare è del tutto normale, nel caso di assunzione di cocaina la cellula viene eliminata del tutto e non sostituita. Il consumo di sostanze stupefacenti svuota le cellule di tutte le componenti, riempendole di altro. e ciò fa si che vengano eliminate dalle loro simili perché considerate inutili.

Gli studiosi hanno anche testato una molecola che potrebbe prevenire gli effetti dannosi della cocaina su chi ne è dipendente ma la strada per arrivare a un vero e proprio farmaco è ancora molto lunga.